A Milano c'è un posto dove acqua, arte, benessere e design si incontrano. E' Aquae Mundi , alle Terme di Porta Romana. Una maratona di eventi che, iniziata con il Fuorisalone prosegue in contemporanea a Expo fino al 31 maggio, per un totale di 40 giorni.

icona aquae mundi valverde

E in un posto così acqua Valverde non poteva mancare. Oltre che nel ruolo di main sponsor anche come protagonista di una doppia installazione a cura di Walter Vallini, architetto e direttore artistico di Aquae Mundi. Un tavolo che si autoillumina e una lampada, dove la bottiglia disegnata da Matteo Thun diventa componente estetica e strutturale.

luce Valverde1

luce Valverde1

"Di questa bottiglia mi affascinano la purezza della forma e il gioco molto particolare fra il colore nella parte retrostante e la trasparenza dell'acqua che lo lascia affiorare", racconta Vallini.

Ma come ha reinterpretato questo gioco in un tavolo e in una lampada? "In entrambe le installazioni ho utilizzato la luce e un nuovo materiale, il Lightben Kaos, leggero, colorato e caratterizzato da una struttura interna a bolle che richiama il movimento e la liquidità dell'acqua".

Il risultato sono due installazioni al confine fra arte e design. "Mi piace lavorare mescolando questi due mondi, per realizzare pezzi unici o comunque a tiratura limitata. Io stesso mi definisco un art designer, più che un designer tout court. Fra i movimenti che sento più vicini e che mi hanno insegnato di più, il design radicale e il gruppo Memphis, di cui Matteo Thum stato uno dei fondatori".

luce Valverde2